Le riforme degli anni settanta: le leggi che hanno cambiato l’Italia

Anno Legge Contenuti
1970 n.281 Istituzione delle Regioni a statuto ordinario.
1970 n.300 Statuto dei diritti dei lavoratori: diritti sindacali, libertà e dignità sul lavoro, tutela dai licenziamenti ingiusti
1970 n.898 Divorzio: il matrimonio non è più un vincolo a vita, ma una libera scelta
1971 n.1044 Istituzione degli asili nido pubblici per i bambini da 0 a 3 anni
1971 n.1204 Tutela delle lavoratrici madri: permessi per maternità, divieto di licenziamento in gravidanza
1971 n.820 Istituzione scuola a tempo pieno: più ore di scuola, più attività, più maestre
1972 n.772 Obiezione di coscienza: chi non vuole impugnare le armi non finisce più nel carcere militare, ma può fare il servizio civile
1973 n.877 Tutela del lavoro a domicilio: da nocività, discriminazioni, supersfruttamento
1974 DPR 416 et al “Decreti delegati” sulla democrazia nella scuola: partecipazione e diritti di studenti, insegnanti, genitori
1975 n.161 Nuovo diritto di famiglia: non più un capofamiglia padre padrone, ma pari diritti e doveri per uomini e donne
1975 n.405 Nascono i consultori: salute, maternità, contraccezione, sessualità consapevole
1975 n.354 Riforma penitenziaria: umanizzazione della pena, lavoro, formazione, permessi
1975 n.685 Prevenzione, cura e riabilitazione della tossicodipendenza
1976 n.319 Legge Merli: tutela delle acque dall’inquinamento
1977 n.903 Legge di parità fra uomini e donne sul lavoro: parità salariale, non discriminazione, ecc.
1978 n.833 Riforma sanitaria: non più “casse mutue” per categorie, ma servizio sanitario nazionale  per tutti
1978 n.194 L’aborto non è più reato, non si muore più per aborto clandestino.
1978 n.180 Legge “Basaglia”: chiusura dei manicomi, assistenza territoriale, dignità delle persone con problemi mentali
1978 n.392 “Equo canone”: il canone di affitto non può superare determinati limiti
1980 Depositata in Parlamento la legge di iniziativa popolare contro la violenza sessuale (diventa legge nel 1996)
1981 n.442 Abrogazione degli articoli del codice penale sulle attenuanti per delitto d’onore e sulla cancellazione del reato di stupro in caso di “matrimonio riparatore”